Pasquale Chiaramida nato a Bari il 21-8-29 residente a Brindisi (Indirizzo: Cas. Post. 185) : Dr O.C. in lettere; Doctor of Naturopraty; Comm. Sovrano Ordine costantiniano; Segretario Generale “L.I.S.S.P.A.E.” ; Vice Presidente nazionale “G.P.S.P.I.” ; Delegato provinciale “Empire  International Club” ;  Cavaliere ed Accademico d’Europa; Membro benemerito di varie accademie; Componente Comitato direzione “Prima linea”; Redattore “Tribuna Politica” ; redattore “Teleuropa” ;  Vincitore medaglie d’oro – d’argento e trofei vari; inserito nei maggiori Cataloghi Nazionali ed esteri; Ospite d’onore e componente di Giurie e comitati d’Onore.   Giudizio critico: Pasquale Chiaramida, un personaggio di spicco nel panorama  culturale italiano, pluripremiato, onorato da accademie e centri letterari, lo si potrebbe definire un protagonista in possesso di tutti i requisiti che gli sono stati unanimemente riconosciuti . La  sua poesia  è come linfa limpida che scorga da sorgente incontaminata; eludendo ogni forma cerebraloide, egli lascia libero sfogo alla creatività, dando vita ad un verso che cattura immediatamente. E’ la poesia di chi non crea per enfatismo, ma solo per l’innato desiderio di comunicare, di trasmettere, per cui la scorrevolezza della sua versificazione è, talvolta, sconcertante…”l’amore è volersi bene…” che di più naturale e semplice? Poi aggiunge…” è vivere fraternamente…” cosa anche questa ineccepibile. Chiaramida si diletta a ritmare il suo verso per conferirgli quel carisma poetico tanto caro agli ottocentisti. Questa sua dissertazione sull’amore è la conseguenza della amara constatazione di un mondo lacerato da conflitti. Violenze, sopraffazioni, persecuzioni, guerre, stragi, sono elementi che assillano l’umanità, se poi vi aggiungiamo la miseria,la fame, il degrado ecologico, lo sfaldamento dei sentimenti, si ha un quadro apocalittico. Per chiaramida amore è affetto, è donazione, è speranza, è perdono, pace interiore. Dall’amore nasce la vita e l’autore ne sintetizza le peculiarità  accennando a…”quelle ore appassionate / da me mai dimenticate…” quindi donazione totale…” in un forte amplesso / in cui tutto viene concesso…” Concezione etica dell’amore, sentimento del quale Chiaramida si erige a difensore, respingendone ogni subdola speculazione.

 

L’AMORE

 

Strappo poesie

dalla mia carne,

esploro nei versi liberi

dalla costrizione di metro e rima

il mistero del cosmo e della vita.

 

Mi cimento con tutto l’essenziale

con le verità più sfuggenti

preferendo l’abbacinante splendore

dell’amore, cercando la perfezione,

nella bellezza e nella dolcezza.

E resto incantato dal canto del cuore.

 

Tutti parlano dell’Amore

ma pochi percepiscono il fremito

che balena e riluce 

nei passaggi luminescenti

di un abbraccio voluttuoso

di un bacio elettrizzante

di brividi, che ti percuotono tutto

e ti lasciano esausto, ma mai sazio.

 

Pasquale Chiaramida

 (Poesia tratta dal volume “Messaggio d’amore” .

 

 

INDIETRO