CINGUETTIO D'AMORE

 Tra le muraglie di rami e sopra i prati

ho visto saltellare stamattina

uno sciame d’uccelli variegati

felici di bagnarsi con la brina.  

Il cinguettio d’amore era sublime

e ‘l cuore mio sognava e palpitava

pel dilettoso canto del regime

che si facea  più dolce e s’intonava.  

Poi, un tramestio di passi mi ha distolto.

Eran  cinque gagliardi cacciatori

pronti a sparar, con fare disinvolto.  

Io li ho pregati  di ascoltar quel canto,

e  i cinque, nell’udir quei rubacuori,

sono caduti nell’immane incanto.

 

 

INDIETRO