Vincenzo Muscarella  è nato a Napoli il 15/9/59 dove vive e opera. Dopo gli studi consegue la maturità. Affascinato dalle ricerche culturali ed umanistiche, si proietta nello studio delle tradizioni popolari, quindi inizia a scrivere poesie, liriche e prosa per una ricerca di linguaggio, infine si cimenta  nella storia della città di Napoli. Le sue poesie in lingua e vernacolo riflettono  l’Ars poetica, spesso le troviamo in antologie e rassegne italiane. Accademico di più centri s’inserisce con sagacia in attività d’associazioni, collaborando per testate e critiche, come sostegno e volontariato per una crescita socio culturale nell’ambito del contesto esistenziale.  Ha pubblicato diversi libri; hanno scritto di lui numerosi critici. E’ direttore del bimestrale “OMERO” di Napoli. Giudizio critico: L’Autore con questa bella poesia ci descrive l’immagine della donna ideale che come il vento si proietta nel cielo, rivestendone i soavi colori e spargendo i suoi profumi.  Ciò che emerge con fulgore e maestria è “l’ interpretazione” figurata che assurge ad una dimensione “universale” ed il cui nucleo d’espressione non è tanto il soggetto, quanto il sentimento: “per donare al cielo stanco / ancora un alba nuova, / un respiro che sa di primavera” Meraviglioso!

 

DONNA DI VENTO

 

Ti amo

donna di vento…

Tu che sei lontana

dai miei desideri

e dai piaceri

del nostro amore.

Nel sole vibrano raggi

e dei tuoi occhi chiari

ne catturo le cadenze,

invocandone  profumi ed essenze

per alitar i miei silenzi,

ma tu, donna di vento

tra aliti e parole, come una farfalla ,

nella lontananza cerchi

l’oro del tramonto.

Ti amo

donna di vento…

Tu che del cielo

ne vesti i colori

tra immaginazione

e trasparenza,

affidi pure al vento

il messaggio

di questo nostro amore,

un amore che sfoglia

petali di sorrisi

tra rivi stanchi

per donare al cielo stanco

ancora un’alba nuova,

un respiro che sa di primavera!

 

Vincenzo Muscarella

 

 

 

INDIETRO