Poeti e pittori del terzo millennio, collana diretta da Alfredo Varriale

La collana antologica, pubblicata in proprio da Alfredo Varriale, “Poeti e pittori del terzo millennio”, mostra fino a quanto può giungere l’amore per la cultura e la poesia. Si tratta di una collana che raccoglie non solo poesie, ma anche brevi racconti e riproduzioni di opere d’arte. Essa è giunta al settimo numero in poco meno di un anno. La cosa che rende pregevole la pubblicazione, oltre alla qualità degli autori presentati, è anche la scheda biografica e critica che viene fatta per ogni singolo artista, curata da altri amanti dell’arte e della cultura. Molte poesie poi sono tradotte in inglese, proprio per dare una maggiore universalità alla collana che, benché sia stampata in proprio, è molto curata e soprattutto con molte immagini a colori. La qualità delle poesie, dei racconti e delle opere d’arte è molto alta e davvero selezionata, con riproduzioni nitide e chiare. Leggendo il volume 6 e il 7, ciò che ha destato la nostra sorpresa è che molti autori e curatori delle presentazioni sono amici del Convivio. Solo per citare qualche nome (senza perciò voler fare un torto agli altri) ricordiamo Rolando Tani, Michele Albanese, Edoardo Ganci, Marie Christine Fournier, Pasquale Francischetti, Pasquale Chiaramida, Pacifico Topa,  Giuliana Milone, Vincenzo Muscarella, Gilberto Paraschiva, Tina Piccolo, Luciano Somma, Lucia Tumino Cannata, Giuseppe Vorraro, Baldassarre Turco…

Alfredo Varriale, nato nel 1933 vive ed opera a Salerno. Ha scritto diversi libri di poesia in lingua e in dialetto. Egli è presente in numerose antologie e periodici culturali ed ha ottenuto molti premi e riconoscimenti. È pittore dalle sfumature delicate e impreziosite da chiaroscuri che fanno risaltare i colori forti e caldi di fiori, frutti o oggetti. Le sue nature morte mostrano la sua profonda sensibilità verso ciò che lo circonda. Di tutto ciò, oltre che per l’amore che Alfredo Varriale mostra nella sua più recente creatura culturale, bisogna fare un elogio.

Angelo Manitta

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questa rassegna di artisti contemporanei curata da Alfredo Varriale offre uno splendido e variegato panorama di un mondo culturale che dimostra ancora una volta di essere vivo, operoso e pieno di inventiva e di creatività. La traduzione in inglese della maggior parte delle poesie permette di allargare le prospettive di lettura e comprensione da parte di un vasto pubblico. Nella varietà di poetiche, di stili e di interpretazioni degli artisti (circa una quarantina) ci sembra di poter cogliere un filo conduttore: la capacità di percepire la poesia nelle piccole vicende di ogni giorno, superando la malinconia, le paure, le incertezze e le frustrazioni del vivere quotidiano, e aprendo nuove impensabili prospettive per il cuore, incapace di arrendersi al grigiore del mondo moderno, per proiettarsi in dimensioni alternative fatte di serene contemplazioni della natura, di ricordi agrodolci dei tempi passati, di bramose aspettative per il futuro. Nell’impossibi-lità di dare in poche righe l’adeguato spazio ad ogni autore presente nella rassegna, sembra più opportuno aggiungere qualche altra nota su questa collana che racchiude opere di artisti di altissimo livello e che ha il pregio di offrire per ognuno di essi una breve, ma sempre esaustiva, scheda biografica, seguita da giudizi critici precisi e dettagliati, curati da autorevoli personalità del panorama culturale italiano. Le immagini a colori permettono di apprezzare al meglio le opere pittoriche e le sculture ed hanno anche il pregio di ravvivare e vivacizzare la collana, che viene stampata in proprio, con grande semplicità di mezzi, ma con una cura, una passione ed una precisione ammirevoli, che fanno di Alfredo Variale, un vero mecenate della cultura contemporanea.

Monica Balestrero